In anteprima ecco la NEW i10

Il segmento di mercato delle city car resta sempre uno dei più prolifici in Europa, Hyundai è parte integrate di un settore dove la qualità cerca il giusto compromesso col prezzo finale. Forte del successo ottenuto dal suo debutto, la Hyundai i10 torna alla ribalta con una nuova versione per l’annata 2014. Con oltre 68.000 esemplari venduti solo in Italia, la piccola city car del marchio coreano deve riaffermare la propria reputazione, rispettando i canoni stilistici della nuova generazione di vetture a marchio Hyundai. Nata nello Hyundai Motor Europe Technical Centre, di Russelsheim, Germania, la i10 sarà prodotta nello stabilimento turco di Izmit, risultando un’auto al 100% europea. La filosofia costruttiva Fluidic Sculpture è il fulcro sul quale si basa lo stile di questa nuova generazione, capace di coniugare elementi stilistici di alto livello ad una serie di accessori improntati alla sicurezza e al confort di guida. Non manca l’assistenza alla clientela, che ha premiato il costruttore negli ultimi anni, fornendo ai propri clienti 5 anni di garanzia a chilometraggio illimitato.

Dopo l’anteprima al Salone di Francoforte la i10 MY2014 conferma il passaggio definitivo alla Fluidic Sculpture, assumendo uno stile che la rende molto più simile alle sorelle maggiori. Il frontale guadagna la calandra stretta esagonale, col marchio Hyundai cromato posto al centro, accompagnata dall’ampia presa d’aria esagonale posta nella zona bassa del muso. I gruppi ottici anteriori diventano più curati nelle forme ed in basso, sui lati, i fari fendinebbia sono circondati da una serie di LED a funzione di luci diurne. Per rispondere alle esigenze della clientela europea, la nuova i10 è stata lievemente allungata di 8cm rispetto alla generazione precedente, arrivando a 3665mm in totale, anche la larghezza è stata aumentata di 65mm. Il baricentro è stato abbassato, spostando la linea del tetto in basso di 4cm. Il profilo laterale è seguito da una fascia paracolpi, in tinta con la carrozzeria, dalle linee squadrate. Il posteriore è molto pulito ed è dominato dal paraurti che si fonde alla perfezione col resto della carrozzeria, formando un’incorniciatura attorno al portellone che continua in alto con un accenno di spoiler alla fine del tetto. Le nuove scelte stilistiche sono risultate efficaci anche in termini di efficienza della vettura, che grazie ad un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0.31, riesce a ridurre in modo sensibile i consumi. Insieme alla nuova carrozzeria sono stati introdotti anche nuovi colori per gli esterni, tra le tinte metallizzate Sleek Silver, Sweet Orange e i perlati Silky Beige e Phantom Black.

Tutte le notizie